...

quelli che proprio mi lasciano senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle per poterlo chiamare al telefono ogni volta che ti gira... [anonimo]



martedì 24 gennaio 2012

Come quando da piccola

Mi piacerebbe sentirmi come quando da piccola spaventata per qualcosa, ti rassicuravano e ti sentivi  tranquilla e protetta e al sicuro.
Che niente e nessuno avrebbe potuto toglierti quella sensazione di pace e serenità.
In questi giorni di malanni, stanchezza e preoccupazione, la febbre che non va via, il solito dilemma antibiotico si/no, nurofen o bentelan…
E loro che stanno ancora male, sembra non passi.
Sono stanca. Tanto. Tata L. sta male e ieri appena tornata dal lavoro l’ho fatta andare a casa, e anche io inizio ad avere i primi sintomi ma io non posso permettermi di ammalarmi , io sto in piedi comunque, passo le notti in bianco e arrivo in ufficio presto e lavoro e faccio la spesa e la farmacia e la pediatra.
Il marito  ieri sera causa sciopero tir è arrivato a casa oltre le otto e mezzo, stravolto anche lui dal lavoro, dalla stanchezza, da tutto. Ero da sola a gestire pianti dolori febbre e lamenti di tutti e tre.
Ecco, quando capita così mi sento sopraffatta, impotente, SOLA.
Lontano da quegli affetti che in qualsivoglia famiglia sono vicini e per me sono lontani, troppo lontani.
E mi trovo a desiderare che qualcuno prenda un aereo e suoni alla nostra porta e mi dica:
Sono qua io, ci penso io. Riposati, rilassati. Va tutto bene.
Ma so che non può succedere, che i nonni lavorano e non possono…. E allora mi rimbocco le maniche , scrivo un post lamentoso come questo (che ogni tanto fa molto bene) e provo a darmi tanto coraggio…
Mi sento già meglio.

13 commenti:

  1. E poi pensa a chi come me che alla fine della fiera è sola comunque...pur avendo i nonni a un tiro di schioppo mai nessuno suona il campanello per dirmi "Sono qua io, stai tranquilla"...tu almeno hai la scusa della distanza...Forza e coraggio. Passerà!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione... almeno ho la scusa. Sarebbe insopportabile saperli vicini ma così distanti...

      Elimina
  2. Non vedo l'ora che passi l'inverno.
    Noi abbiamo dato tra Natale e capodanno, tutta la famiglia. La piccola ricomincia con muco al naso, agli occhi e febbriciattola, ma quest'anno va sicuramente meglio dell'anno scorso. Crescera' mi ripeto sempre,anche se io ho la fortuna di avere i nonni vari vicini.
    Ho fatto una curetta immunostimolante per aiutarla e devo dire che rispetto all'anno scorso, che stava ammalata una settimana si' e un'altra pure, si e' ammalata solo 2 volte.

    RispondiElimina
  3. siamo in tanti in questa situazione... non mollare pensa che ormai non siamo più figli ma genitori ahimè i cuccioli hanno bisogno della nostra forza!

    RispondiElimina
  4. Ora siamo noi a dover infondere quella pace e serenità di cui godevamo quando eravamo piccine. È una ruota che gira. E a volte è stancante...

    RispondiElimina
  5. Sfogarsi sempre va bene e con noi sai che puoi farlo tranquillamente. Se potessi venire ti assicuro che lo farei lo dico di cuore. Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Ti credo. Basta il pensiero!!!

      Elimina
  6. ma poi, dimmi la verità, lo faresti davvero fare a qualcun altro? proprio perché sai come è bello quando si sta male avere qualcuno che ti rassicuri, vorrai fare altrettanto con i tuoi figli. Costa, lo so, ma il sacrificio è il lato B della gioia (a volte). Se passi da me c'é un premio per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah... penso che per qualche ora, SOLO QUALCHE ORA, si , lo farei...perchè poi non sarebbero sconosciuti ma i loro nonni...
      Grazie del premio cara!

      Elimina
  7. Mi spiace! Come sta andando adesso? Spero stia passando.

    RispondiElimina
  8. Copio e incollo il commento che hai lasciato a me... QUANTO TI CAPISCO! Ma forse invece no, perché io almeno ho l'aiuto dei nonni... dài che passa. dài che crescono. e noi ci vendicheremo rifiutando di andare all'ospizio e piantandoci a casa loro, a turno, lamentando malanni disgustosi. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace la tua visione futura!!! Si mi pianterò a casa loro, a turno... lamentandomi tutto il tempo!!!:-))

      Elimina
  9. A tutti: IL dimezzo è a scuola, il grande ci torna domani il cucciolo lunedì!!!! E anche questa è passata!
    Grazie per il sostegno questa volta è stata davevro pesante!!!!

    RispondiElimina